Motore con cromature

Posted On 10 settembre 2012 By In Informazioni With 3231 Views

Come pulire le cromature della tua moto

Uno degli elementi estetici più accattivanti della moto sono indubbiamente le cromature delle parti metalliche.

Sebbene oggi, diversi modelli Harley-Davidson per darsi un tono più “aggressivo” prediligano le rifiniture in nero (vedi per esempio diversi modelli Sportster degli ultimi anni o la Street Bob), la cromatura è ancora una rifinitura che da lustro alla moto.

Succede però che, come altro elemento della moto, anche le parti cromate vanno, di tanto in tanto, manutenute e pulite. In particolare, bisogna prestare attenzione alle parti più soggette a sporco e usura come gli scarichi sui quali è facile lasciare qualche sgommata di pedale. Per pulire questo tipo di segni esistono prodotti specifici dedicati, appunto, alle parti cromate, come, ad esempio il Blue-Job Chrome Polish Kit della Custom Chrome che è una pasta abravisa molto delicata pensata apposta per gli scarichi cromati della tua Harley. Un’altro prodotto molto utilizzato è il WD-40 un lubrificante, anticorrosivo e sbloccante che si presta a molti usi e che può essere utilizzato anche per lucidare le parti cromate, con l’unica attenzione di non usarlo in quantità industriale perchè l’effetto lubrificante finirebbe per ungere più che pulire. Attenzione a non fare l’errore di usarlo sulla catena (esistono prodotti specifici più indicati) o, peggio, lasciarlo colare sui dischi dei freni… non devo dirvi perchè, vero?

Scelto il prodotto l’operazione è piuttosto semplice anche se, a seconda delle varie scuole di pensiero, ci sono piccole varianti negli strumenti da utilizzare.

Partiamo dai concetti base: la cromatura non è una verniciatura e non è neanche un alluminio lucidato, è un effetto specifico che può essere applicato sulle parti metalliche solo da carrozzerie attrezzate. Con il tempo, lo sporco che va a depositarsi sulle cromature è di tre tipi:

  • semplice sporco, unto, terra, polvere, facilmente rimuovibile
  • Sgommature difficili da rimuovere, segni di scarpone sugli scarichi, incrostazioni
  • Leggere abrasioni e punti dove la cromatura si sta intaccando

Per eliminare questi elementi servono:

  • un prodotto pulente adeguato (Blue-Job, Wd-40, ma cìè chi usa anche il Polish o lo Svitol)
  • una o più superfici per detergere (ovatta, panno morbido, lana di vetro finissima*, c’è persino chi usa le spazzole morbide da trapano)
  • tanto ma tanto olio di gomito (oppure fate come i pigri e usate le spazzole da trapano di cui sopra)
  • un prodotto per la lucidatura delle cromature a base di cera

* per chi vuole usare pagliette adesive le lane di vetro, assicuratevi di usare quelle a grana finissima e di sapere cosa state facendo e su che superfici lo state usando… io, personalmente, non utilizzerei la paglietta per le pentole sul serbatoio della mia Harley-Davidson 😉

Una volta recuperati i prodotti appositi e la pulizia è semplice: passate il panno detergente imbevuto del prodotto che avete scelto fino a eliminare ogni segno di polvere, sgommatura e quant’altro. Al termine dell’operazione risciacquate le parti per pulirle dal prodotto stesso e infine passate un prodotto dedicato alla lucidatura per ottenere l’effetto a specchio che ci piace tanto.

Adesso tocca a voi: lasciate nei commenti i prodotti che usate, li proveremo e se saranno efficaci li segnaleremo in questa pagina.

 

Tags : , , , ,

About